Colle del Nivolet

luglio 15th, 2008|Categories: Itinerari|Tags: , , , |

Sono in ferie, quasi quasi vado a farmi un giro, ma non troppo lontano perché ormai é tardi. Sissí, faccio che andare al Nivolet, il sole c’é e non dovrei trovare sorprese come altre volte che ci ho provato (freddo polare, vento, strada chiusa).

Ad essere onesti la strada non mi fa impazzire, anzi, ma i posti sono magnifici.

Per chi non ci é mai stato alcune info e la mappa :

Mappa02_Nivolet
Link Google Maps : Clicca qui

Ho messo come punto di partenza Rivarolo, per chi arriva da Torino penso sia un passaggio obbligato, da Pont in poi non ci sono piú dubbi, c’é una strada sola e non c’é pericolo di perdersi … ;)

Come si vede dalla cartina si costeggia per parecchio il Parco Nazionale del Gran Paradiso fino a poi entrarci arrivando a Ceresole Reale. Ceresole merita giá di suo un giro, molte volte é la mia meta soprattutto nelle giornate estive. Caratteristica principale é il lago, in realtá artificiale in quanto é l’invaso di una diga (come quello del Moncenisio). Zona tranquilla, giá parte del parco, non c’é mai troppa confusione (io non l’ho mai trovata almeno) ed é veramente un toccasana per passare mezza giornata fuori dalla cittá.

Appena dopo Ceresole parte la strada che sale per il parco e porta al Nivolet. Attenzione, d’estate la strada é chiusa nei giorni festivi, durante i quali si é obbligati a salire con una navetta. Nei giorni feriali invece la strada é aperta (resta chiusa nel periodo invernale da Ottobre a Maggio, ma le condizioni meteo posso far desistere anche in piena estate)

La prima tappa é alla diga Serrú, a quota circa 2200 metri, questa la vista della strada (in realtá ben prima della diga, ma ero fermo perché avevano chiuso la strada per 10 min) :

Ktm_Nivolet_080715_01

Poi si inizia a salire veramente, e si incontrano un’altra diga ed alcuni laghetti naturali :

KTM_Nivolet_080715_03

Un passaggio molto particolare é quello evidenziato dalla freccia, da una parte della strada c’é l’acqua ma dall’altra … non c’é nulla, da provare !!!

ktm_nivolet_080715_02_Freccia

Le foto sono state prese dal punto piú alto della strada (sfiora i 2700 metri di altitudine), ma si puó andare avanti ancora un pó, dove c’é un rifugio ed un altro lago :

KTM_Nivolet_080715_04

La cima che si vede al fondo é spettacolare, é come fosse colorata, non mi esprimo sul suo conto (penso sia il Gran Paradiso), ecco un dettaglio:

KTM_Nivolet_080715_05

La strada qui finisce, volendo si puó continuare a piedi. Continuasse la strada si potrebbe arrivare in Val d’Aosta (in realtá siamo proprio sul confine). Sentivo raccontare oggi che alcuni stranieri si sono inoltrati fin qui convinti di poter arrivare a Courmayer, le loro mappe probabilmente non erano abbastanza dettagliate e non si sono accorti che un pezzo di strada manca.

Se si ha voglia di fare tante curve (dimenticatevi le protezioni a bordo strada) e vedere paesaggi spettacolari, il Nivolet fa per voi, se capitate in zona é sicuramente un posto da visitare.

E poi ci sono degli animaletti che sono sempre felici di salutare

KTM_Nivolet_080715_06

Al prossimo giro // Ciao